I.I.S Ferraris-Brunelleschi al Marano Ragazzi Spot Festival 2017

 Lo scrittore Aldo Palazzeschi e gli studenti-attori dell’I.I.S Ferraris-Brunelleschi di Empoli non si smentiscono: con energia e creatività hanno carpito l’attenzione ed il cuore del Marano Ragazzi Spot Festival 2017. Alla sua ventesima edizione, il Festival internazionale di cortometraggi di Marano, dal 29 novembre al 2 dicembre, ha accolto bambini, ragazzi, insegnanti, registi, attori, associazioni di tutta Italia che lavorano in nome della legalità e per costruire comunità di cittadini responsabili. Davanti ad una platea così ricca e colorata, gli otto studenti del Ferraris-Brunelleschi Alessio Antonini, Samuele Bitossi, Marcello Garinei, Dario Lassi, Sara Migliori, Emanuele Parisi, Matteo Pistolesi e Alberto Baronti (tecnico e fotografo), hanno messo in scena la performance “Palazzeschi in libertà”.

I più piccoli hanno seguito ogni gesto con concentrazione e risate, mentre gli adulti, conclusa l’esibizione, si sono complimentati con i ragazzi. Prima tra tutte la Presidente Nazionale dell’Associazione Agita Loredana Perissinotto: <Perelà è stato un mio amore di ragazza e voi lo avete reso meravigliosamente nella sua… leggerezza. Questi ragazzi mi hanno emozionato tantissimo e hanno una marcia in più>. Serena Ludovici (documentarista e referente di GiroCorto) si è complimentata per scelta dei testi, gestualità e controllo del corpo in scena.

Armando Rossitto, Presidente dell’Osservatorio per la Legalità, ha battuto il cinque ai ragazzi e li ha calorosamente invitati a proseguire su questa strada.

Elena Pasetti ha invece sottolineato la capacità di far emozionare il pubblico con parole, voce e gesti perfettamente equilibrati.

Al concorso di Marano è inoltre arrivato tra i finalisti il cortometraggio dell’Istituto “Il ragazzo dei muri”.

La costruttiva ed emozionante esperienza ha inoltre permesso ai ragazzi del “Ferraris-Brunelleschi” di incontrare il sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

Gli studenti-attori sono stati ospiti delle famiglie maranesi ed accompagnati in questa avventura dalle docenti Silvia Desideri e Teresa Zuffanelli.