ROBOCUP JR ACADEMY Selezioni Toscane 2019

Lo scorso 20 Febbraio al Palazzo delle Esposizioni di Empoli è andata in scena l'edizione 2019 della Robocup JR organizzata dall’Istituto “Ferraris-Brunelleschi”.

I giovani studenti toscani si sono riuniti in città per partecipare all'ormai competizione internazionale, divisa nelle categorie Under 14 e Under 19, nata per promuovere la ricerca nel campo della robotica.
A fare da giudici i ragazzi della squadra del Ferraris Brunelleschi che hanno vinto il titolo italiano dell'edizione 2018 riuscendo così a partecipare ai campionati mondiali di robotica a Montreal in Canada raggiungendo un fantastico settimo posto.
Sui campi di gara circa 200 ragazzi divisi in 37 squadre arrivate da tutta la Toscana. Ogni squadra ha realizzato il suo piccolo robot e l'ha programmato in maniera che esso fosse in grado di seguire un determinato percorso e di salvare oggetti, che rappresentavano vittime, per metterli all’interno di una zona di salvataggio. A trionfare è stato Gundam, costruito dai ragazzi dell'ITI di Livorno, laureatisi campioni regionali. Il team labronico insieme agli altri meglio classificatisi parteciperanno ai campionati nazionali.
Bene si è comportato anche il robot del Ferraris Brunelleschi secondo dopo due turni e che ha chiuso al quarto posto.

Un ringraziamento caloroso agli sponsor della manifestazione Asev, Unicoop Firenze Sezione Soci Empoli, Ollo Store, Panificio Panchetti, Hitech Madness, Co.Ma.Co e Loran Coffee oltre che all’Amministrazione Comunale di Empoli.” Ora i team classificatisi si sfideranno al campionato nazionale, in programma ad Aprile a San Giovanni Valdarno per inseguire il grande sogno di partecipare ai mondiali che quest’anno si terranno in Australia.

Di seguito riportiamo i lnk per i contenuti video delle varie attività svolte attinenti alla manifestazione:

Manifesto programma - Robocup JR Academy Selezioni Toscane 2019

Graduatorie Gara Robocup JR Academy Selezioni Toscane 2019

Foto Evento del 20 febbraio 2019

Video Intervista RT38 - prima parte

Video intervista RT38 - seconda parte